lunedì 31 marzo 2014

Escursioni al Bodensee: Winter Birds


Lindau, Bodensee, Germania - 6 gennaio 2014
Strano inverno, quello appena passato, con neve record al sud delle Alpi e poca a Nord. Vasco Cesana, per l’appunto, si è trovato quest’anno dalla parte sbagliata delle Alpi. Nel sud della Germania, dove si trova, praticamente non ha mai nevicato e l’inverno quasi non si è visto. Poche, se non spostandosi nelle zone confinanti più alte dell’Austria, le occasioni per provare i suoi nuovi sci da fondo classico comprati appositamente per la Foresta nera ed il Giura svevo, dove è stato raggiunto il record storico di 0 cm. di neve sciabile. OK, no problem, Vasco è uno specialista nel fare di necessità virtù ed ha avuto modo di dedicare così più tempo ad alcune escursioni in giornata al Bodensee o Lago di Costanza. Un luogo che offre sempre motivi di interesse in tutte le stagioni, a livello paesaggistico come a livello storico-culturale e naturalistico. In inverno, gli assembramenti di uccelli acquatici svernanti sono uno spettacolo, con una densità ed una varietà di specie che ha pochi eguali nell’Europa centromeridionale. 

Traffico serale presso Reichenau, Bodensee, Germania - 25/1/2014

Volo di Morette, Moriglioni e Fistioni turchi a Moos - 25/1/2014

Assembramento di anatre alla Wollmatinger Ried - 25/1/2014
Nel Bodensee d’inverno si può trovare veramente di tutto ed ogni zona del lago ha le sue specialità con ambienti idonei a particolari specie, incluse qualche volta delle vere e proprie rarità. Vasco si è concentrato sulla zona settentrionale del Lago, nella sponda tedesca, più velocemente raggiungibile con la A81 da Stoccarda in meno di due ore.  E’ la zona che ospita forse le maggiori concentrazioni di anatre e, soprattutto, quella migliore per i cigni selvatici che qui hanno la maggiore zona di svernamento sud europea. Numerosi sono i punti interessanti dal punto di vista ornitologico, alcuni facilmente accessibili altri meno, essendo, come è giusto, diverse le riserve naturali con ampie fasce chiuse al pubblico. Ad esempio la Wollmatinger Ried, Riserva per la protezione dell’avifauna di importanza europea ed internazionale di ca. 800 ha vicino a Costanza, è attraversabile solo con visite guidate ed i punti di osservazione esterni sono piuttosto lontani.

Mestoloni in planata, Moos - 25/1/2014
Morette in planata, Moos - 25/1/2014

 Smergo minore maschio tra una coppia di Smerghi maggiori, Moos -25/1/2014

Ancora il "triangolo" di Smerghi , Moos, Bodensee - 25/1/2014

Smergo minore (Mergus serrator) maschio, Moos - 25/1/2014
I punti scelti da Vasco per le sue escursioni di questo inverno sono la Radolfzeller Aachried, nel ramo di lago chiamato Zellersee (Untersee), in particolare dal porticciolo di Moos dove ci sono delle buone condizioni di luce e distanza per fare fotografia, la Stockacher Aachmuendung nel ramo chiamato Uberlinger See, con una buona postazione d’osservazione (un po’ in controluce per le foto) ,  la Wollmatinger Ried  appunto però per questioni di tempo solo dal punto di osservazione Ruine Schopflen sull’isola di Reichenau e, un po’ di km più a sud, dopo Friedrichshafen, la Eriskircher Ried, Riserva naturale di ca 600 ha protetta dal …1939, con buoni punti di osservazione dalla località Strandbad di Eriskirch e camminando lungo le interessanti campagne circostanti. Vasco Cesana rileva per inciso che tutte queste località sono prossime ad altrettanti punti di grande interesse storico culturale, come le straordinarie abbazie fondate in epoca carolingia a Reichenau ed il museo Zeppelin di Friedrischhafen ma, almeno per questa volta, non si può far tutto e si è riservato queste visite per altre occasioni, magari in periodo estivo con un bel bagno nelle acque purissime del Bodensee.

Veduta della regione di Hegau avvicinandosi al Bodensee - 8/2/2014

Presso Mainau, Bodensee - 8/2/2014

Volo di Oche selvatiche, Stockacher Aachmundung, - 8/2/2014
In quasi tutti i casi è necessario l’uso di un buon cannocchiale per andare alla ricerca delle specie più interessanti anche se molte anatre sono del tutto confidenti e si lasciano avvicinare senza problemi. E’ sempre regola saggia, in posti come questi dove l’affollamento di uccelli e di specie può essere davvero notevole, decidere prima se concentrarsi più sulle osservazioni o più sulla fotografia. In caso contrario infatti si rischiano di perdere le specie più significative e/o di fare foto abbastanza insulse. 
Report su Ornitho.de delle osservazioni a Eriskirch del 9/3/2014

Svasso cornuto, Svassi piccoli e Quattrocchi
Svasso cornuto, Stockacher Aachmundung - 9/2/2014
Vasco ha optato in queste occasioni più per le osservazioni, anche perché non sempre le condizioni di luce invernali erano ideali, ricorrendo all’artiglieria fotografica (leggera: Teleobiettivo Canon 70-200 EF L IS ISM + 1,4X)  solo dopo aver passato in rassegna gli assembramenti sugli specchi d’acqua, cosa che nei punti migliori del Bodensee, può richiedere potenzialmente anche ore dato che si incontrano raggruppamenti anche di decine di migliaia di uccelli. Ci ha messo ad esempio un bel po’ prima di accertare due svassi cornuti alla Stockacher Aachmuendung tra centinaia di svassi piccoli, maggiori e quattrocchi ed ha fatto delle mere foto documentative scattando praticamente “alla cieca”. Non è riuscito invece ad inquadrare tre morette codone alla Eriskircher Ried, bellissime al cannocchiale, ma decisamente troppo distanti per essere fotografate, così come alcuni cigni minori. 

Cigni selvatici, Stockacher Aachmundung - 8/2/2014
Cigni selvatici in corteggiamento - Eriskircher Ried - 8/2/2014

video

Il momento più emozionante delle sue escursioni invernali di quest’anno è stato però arrivare al punto di osservazione Strandbad all’imbrunire, con la luce calante dietro le montagne innevate ed i riflessi incerti sulle acque del lago e sentirsi avvolto a poco a poco dai suoni e dai richiami dei cigni selvatici in corteggiamento che si inseguivano avvicinandosi alla battigia ed annunciando l’avvicinarsi dell’ora della ripartenza verso il grande nord e la fine dell’inverno. OK, in questo caso, del “non inverno”.  

Alcuni degli oltre 200 Cigni selvatici e Cigni minori presenti a Eriskricher Ried il 9/3/2014

Langenargen, Bodensee, Germania - 9/3/2014